Auditorium al Duomo Firenze | Tel. +39 055 2381752 | Centro Congressi al Duomo | Sale Convegni | Sfilate di Moda | Esposizioni | Follow us on Follow us on Facebook Follow us on Twitter Follow us on Flickr
verifica la disponibilità

Hotel Laurus al Duomo
Booking Ufficiale
Hotel Pitti Palace
Booking Ufficiale

Fondazione
Romualdo Del Bianco

Auditorium al Duomo Firenze Eventi

"Ispirazione Popolare nelle Romanze dei Compositori Boemi e di Autori di Terezín,
Le Giornate di Visegrad a Firenze"

Concerto Vocale / 17 Novembre 2006, ore 21.00 /
Firenze, Auditorium al Duomo, Ingresso libero

Organizzato da:
Ambasciata della Repubblica Ceca
Consolato Onorario della Repubblica Ceca per la Regione Toscana
Consolato Onorario della Repubblica di Ungheria per la Toscana
Consolato Onorario della Repubblica Slovacca a Firenze
Istituto Culturale Ceco di Roma
Istituto Slovacco a Roma
Istituto Polacco di Roma
Accademia d'Ungheria in Roma
Amici Repubblica Ceca Associati
Associazione Culturale Italo - Ungherese della Toscana
TOSKAssociazione
Associazione Culturale Italo-Polacca in Toscana

Con la collaborazione di:
Regione Toscana - Consiglio Regionale
Comune di Firenze - Assessorato alle Relazioni Internazionali
Fondazione Romualdo Del Bianco

Si ringraziano per la collaborazione:
Viva Hotels ART IN OUR HEART
Ristorante Stagioni Vivahotel Alexander Novoli
Promotion and Organisation of Events

Auditorium al Duomo, Firenze
Meridiana, Simply Fly
Eurolines Italia s.r.l.

T&T Immobiliare, Prato
Ristorante Il Bargello, Firenze

Zora Jehličková - Soprano
Jiří Holeňa - Pianoforte

In programma musiche di:
A. Dvořák, R. Karel, Aldo Finzi, B. Martinů, G. Klein, V. Novák, P. Haas, L. Janáček, H. Krása, V. Ullmann, G. Mahler

A. Dvořák: dal ciclo V národním tónu (Nel tono nazionale):
Žalo devca (Tagliava l'erba ragazza)
Ach není tu není (Ahimè, non c'è niente)

R. Karel: dal ciclo Láska (Amore):
Písen o námorníkovi (Canzone del marinaio)

Aldo Finzi:
Rondini
Serenata

B. Martinů:
dal ciclo Písnicky na 1 stránku (Canti su una pagina):
Rozmarýn (Rosmarino)
Sen Panny Marie (Sogno della Vergine Maria)
dal ciclo Písnicky na 2 stránky (Canti su due pagine):
Hlásný (Trombettiere)
dal ciclo Nový Špalícek (Il Nuovo volumetto):
Touha (Desiderio)
Zvedavé dievca (Una ragazza curiosa)
Smutný milý (Un amato triste)
dal ciclo di 4 canti sui testi della poesia popolare boema:
Ztracený pantoflícek (Pantofolina persa)
dal ciclo Slovenské spevy (Canti slovacchi):
Povídajú ludé(Dice la gente)
Mala som ja rukávce(Avevo io maniche)

******

G. Klein: ninna-nanna ebraica Sch´av b´ni schaw bimnucha

V. Novák: dal ciclo Slovenské spevy (Canti slovacchi):
Pri Dunaji (Sul Danubio)
Prelecel sokol (Volava il falco)
dal ciclo Pieštanské piesne (Canti di Pieštany):
Ej pršalo (Oh, pioveva)
Milý, milý (Caro, caro)

P. Haas: dal ciclo di 7 canti sui testi di Celakovský
Statecný jonák (Giovane coraggioso)
dal ciclo di Sei canti: V Mikulášské kompanii (In compagnia di S. Nicola)

L. Janáček: 6 liriche dal ciclo Poesia popolare morava in canti:
Stálost (Costanza)
Kvítí milodejné (Fiori amorosi)
Konícky milého (Cavallini dell'amato)
Ej, lásko (Oh, amore)
Pérecko (Piccola piuma)
Muzikanti (Musicisti)
dal ciclo della Poesia popolare di Hukvaldy in canti:
Má milá mamulko (Mamma mia cara)

H. Krása: dal ciclo Cinque canti:
An die Brüder (Ai fratelli – canto popolare lituano)
Vice versa

V. Ullmann: Variazioni su un canto popolare moravo per pianoforte

G. Mahler: Scheiden und Meiden (Separarsi ed Evitarsi)

La serata presenta un aspetto particolare della musica ceca: le composizioni ispirate alla musica popolare boema. Per tutto l’Ottocento e nel primo Novecento i canti popolari erano una fonte inesauribile dell’ispirazione per i compositori non solo boemi, ma anche di altri paesi slavi. La valorizzazione del proprio folclore e la sua fusione con la musica sinfonica, pianistica, la sua elaborazione nelle romanze costituiscono una parte non trascurabile del repertorio musicale nazionale di quei periodi.

Il programma lirico di questa serata è ulteriormente arricchito dal fatto che oltre ai brani di Dvořák, Janáček, Novák e Martinů presenta le composizioni d’autori detti „di Terezín” – autori deportati durante la seconda guerra mondiale in questo campo di concentramento della Boemia centrale.

Zora Jehličková
Nata a Brno, ha studiato al conservatorio di Praga presso il professore J. Rohan e già durante gli studi ha collaborato col Teatro di Musica a Praga. Nel 1977 ha vinto la medaglia di bronzo nel Concorso internazionale di canto a Ginevra ed ha partecipato ad un corso estivo a Siena in Italia con il professor E. Campogalliani. Ancora prima di terminare lo studio al conservatorio, la cantante, in base ad un concorso, è stata assunta dal Teatro Nazionale. Qui ha debuttato come Natascia Rostova nell‘opera „La guerra e la pace“ di Prokofjev. Nel corso degli anni ha interpretato vari personaggi nelle opere di Smetana, Dvořák, Wagner, Mozart, Verdi, Puccini, Janáček, Tchaikovskij ed altri. Zora Jehličková è stata ospite nei teatri in Germania, Finlandia, Olanda, Giappone, Francia, Italia, Svizzera, Lituania ecc.

Jiří Holeňa
Nato a Jablonec nad Nisou nella Boemia settentrionale. Musicista versatile, Holeňa ha al suo conto numerosi concerti sia da solista sia come partner ricercato per la musica da camera. Collabora regolarmente con Zora Jehličková, Martin Škampa e con il celebre coro di bambini Kühn. Si specializza nella musica contemporanea ceca. Dal 1974 è il professore del Conservatorio di Praga.

Ingresso libero

Hotels accommodation: Hotel Laurus al Duomo | Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio         Main Sponsor GA ICOMOS 2014
 
All rights reserved. Life Beyond Tourism ® - Comi S.p.A., Sede Legale Via Del Giglio, 10 - 50123 Firenze, Italia
Registro Imprese nr. 02098980481 Firenze, P.Iva e C.F. 02098980481, Capitale Sociale Euro 1.259.618,00 i.v.

Privacy

Design by Lubos Hazucha - Powered by Emmetek



Certificato n.23791/08/S