Auditorium al Duomo Firenze | Tel. +39 055 2381752 | Centro Congressi al Duomo | Sale Convegni | Sfilate di Moda | Esposizioni | Follow us on Follow us on Facebook Follow us on Twitter Follow us on Flickr
verifica la disponibilità

Hotel Laurus al Duomo
Booking Ufficiale
Hotel Pitti Palace
Booking Ufficiale

Fondazione
Romualdo Del Bianco

Auditorium al Duomo Firenze Eventi

"Nuovi Eventi Musicali, VIII° stagione di concerti, Omaggio a Rostropovich"
Concerti a Firenze / 18 Novembre 2008, 21:00 / Firenze, Auditorium al Duomo

Esclusiva NEM per EMERGENZE CREATIVE

"
PER SLAVA - OMAGGIO a ROSTROPOVICH"

con il trio BORRANI-DILLON-FOSSI (violino-violoncello-pianoforte).
Alla voce la grande cantante bulgara MARIA RODOEVA


In programma musiche di Shostakovich e la prima esecuzione del brano “Trio rosso”, commissionato dai Nuovi Eventi Musicali ad Andrea Portera, noto compositore fiorentino.

Martedì 18 Novembre - ore 21.00
Auditorium al Duomo – via de Cerretani 54r - Firenze

Il 18 novembre alle ore 21 presso l’Auditorium al Duomo di Firenze (via de Cerretani 54/r) i Nuovi Eventi Musicali, con il supporto dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili, dirà grazie a Rostropovich, uno dei più importanti musicisti del ‘900, scomparso di recente, che nel 2006 (6-8 ottobre) ha ampliato e cambiato le prospettive dei giovani dell’Associazione grazie ad una Masterclass internazionale di musica da camera, organizzata dai Nuovi Eventi, e dedicata ai suoi compositori-amici preferiti (Shostakovich, Britten e Prokofiev).

“Per Slava” (nomignolo affettuoso del Maestro, qui nome dell’omaggio) è inserito nella variegata offerta di Emergenze Creative, e sarà interpretato da un trio di giovani e talentuosi musicisti che a quella Masterclass hanno partecipato. Il Trio Borrani-Dillon-Fossi è infatti composto da Lorenza Borrani al violino (una delle violiniste più brave al mondo, spalla di Claudio Abbado, nata cresciuta e residente a Firenze, ha 25 anni), Francesco Dillon al violoncello (anch’egli strumentista affermato in Italia e all’estero, ha 34 anni, vive e lavora a Firenze) e Matteo Fossi al pianoforte (29 anni, nato, cresciuto e residente a Firenze, uno dei giovani pianisti più importanti in Italia). Artista ospite d’eccezione della serata sarà Maria Rodoeva, giovane cantante bulgara di successo, che qui ripropone l’interpretazione delle "Sette romanze di Alexander Blok", accolta ovunque con entusiastico fervore. Un ensemble di assoluto livello quindi, apprezzato appunto da Rostropovich per le sue qualità musicali. In questo concerto, alle musiche di Shostakovich (come avrebbe voluto il Maestro) si affiancherà il brano commissionato dai Nuovi Eventi Musicali ad un giovane e affermato compositore fiorentino, Andrea Portera, dal titolo “Trio rosso”, in primissima esecuzione. Il luogo dell’evento sarà lo stesso che ospitò le sue lezioni: l’Auditorium al Duomo in Via de’ Cerretani, con capienza 300 posti, ideale per l’acustica, nato al posto del vecchio cinema Astra, e quindi un nuovo spazio donato alla città.

“Rostropovich ci chiese esplicitamente di proseguire il cammino, e così intendiamo fare, fedeli a questa lezione di musica, vita e stile, facendo partecipi del percorso in particolare le nuove generazioni” ricorda Mario Setti, presidente dell’Associazione. “L’obiettivo fondamentale del concerto è infatti quello di tenere viva la memoria che il grande musicista ha voluto lasciare, ribadendo la Toscana al centro del mondo musicale internazionale, per continuare a fornire occasioni ai giovani di crescere, artisticamente ed umanamente”. L’evento è realizzato con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, in collaborazione con il Centro culturale Auditorium al Duomo.

Ufficio stampa NEM Sara Chiarello ufficiostampa@nuovieventimusicali.it; mob. 329-9864843

Esse.chiarello@gmail.com

Info: www.nuovieventimusicali.it

PROGRAMMA DELLA SERATA

Dmitri Shostakovich
Sette Romanze su versi di Alexander Blok op. 127, per soprano, violino, violoncello e pianoforte

I. Il canto di Ofelia
II. Gamayun, l’uccello profeta
III. Noi eravamo insieme
IV. La città dorme
V. La tempesta
VI. Segni segreti
VII. Musica

Andrea Portera
“Trio Rosso”, per pianoforte, violino e violoncello (prima esecuzione assoluta)
Senza Titolo
Ovale Rosso
Sonatina
Carillon

Dmitri Shostakovich
Trio in re minore n. 2 op. 67
Andante
Allegro non troppo
Largo
Allegretto



Maria Radoeva
è nata a Sofia il 15 dicembre 1984.
Dopo il suo debutto sulle scene, come Zerlina nel Don Giovanni di Mozart a Ruse, ha intrapreso una promettente carriera, concentrandosi sul repertorio barocco e belcantistico, sui ruoli mozartiani (Susanna, Despina, Pamina, Fiordiligi) e sui titoli più importanti del repertorio oratoriale (dal Messiah di Händel allo Stabat Mater di Pergolesi, al Requiem di Mozart).
La sua viva passione per la musica antica l'ha portata ad un'importante rapporto di collaborazione con il gruppo "Concerto antico", pioniere nel campo della ricerca interpretativa con strumenti d'epoca in Bulgaria: con loro ha interpretato musica di Bach, Händel, Vivaldi, etc.
E' stata per molti anni solista del coro di voci bianche della Radio Nazionale Bulgara. Nel 2008 è stata scelta da Christophe Rousset per il suo "Progetto Monteverdi" (presso l'Accademia Chigiana di Siena), nel cui ambito si è esibita in concerto con il gruppo "Les talents lyriques".
La vastità dei suoi interessi, la versatilità della sua voce, e la maturità dei suoi mezzi tecnici le consentono di dominare un repertorio vasto ed impegnativo, che comprende lavori della modernità: nel 2008 ha riscosso entusiastico successo la sua interpretazione delle "Sette romanze di Alexander Blok", proposta in diverse sedi italiane, in collaborazione con l'Ensemble "Risognanze".
Maria Radoeva ha studiato sotto la guida di Raina Kabaivanska, frequentando i suoi corsi di alto perfezionamento a Sofia ed a Siena (Accademia Chigiana), e risultando ripetutamente vincitrice di borse di studio per promuovere la sua formazione. E' stata, per molti anni, voce solista del Coro di voci bianche della Radio Nazionale Bulgara, con il quale si è esibita in tournée in tutto il mondo. Nel 2003 è stata ammessa all'Accademia Nazionale di Musica di Sofia, nella classe di canto della prof.ssa Liyudmila Hadjieva. Ha inoltre studiato con Plamen Beykov e con Alexandrina Milcheva. E stata vincitrice di concorsi nazionali ed internazionali ("Svetoslav Obretenov" 2004, premio speciale "Liybomir Pipkov" 2004, "Georgi Zlatev-Cherkin" 2005), oltre che al concorso di musica da camera di Marl (Germania, 2005), e della medaglia d'oro del Festival primaverile delle arti (Corea, 2005). Nel 2006 è stata selezionata, al concorso "Neue Stimmen" di Gütersloh, per la partecipazione ad un corso di alto perfezionamento sotto la guida di Gustav Kuhn, Francisco Araiza, Siegfried Jerusalem e Katia Ricciarelli.

Andrea Portera
Ha studiato flauto traverso al conservatorio Luigi Cherubini, seguendo contemporaneamente il corso di composizione di Salvatore Sciarrino. Ha studiato composizione alla Scuola di Musica di Fiesole nella classe di Kamran Khasheh (1995-2001). Sempre a Fiesole ha frequentato il corso di perfezionamento in composizione con Giacomo Manzoni. Ha seguito un seminario con Luis De Pablo. Nelle sue esperienze musicali ha stretto contatti artistici e professionali con alcune tra le personalità più rilevanti del palcoscenico musicale. È stato premiato e ha ottenuto riconoscimenti da compositori quali Berio, Vacchi, Solbiati, Abbado, Bussotti, Luis De Pablo, Talmelli, Ferrari, Mèfano, Corghi, Halfter, Lopez, Regis Campo, ecc.

Premi conseguiti:
I premio al Concorso Internazionale Valentino Bucchi (Roma 2002)
I premio al VII Concorso Evangelisti (Roma 2004)
I Premio al XXIV concorso nazionale Castello di Belveglio (Asti 2002)
I premio al III Concorso Nazionale "Simone Ciani" (Chigiana 2002)
I premio al II Concorso Internazionale A.Gi.Mus. di Varenna (2002)
I premio al IV Concorso Nazionale Rosolino Toscano(Pescara 2001)
III premio al Lepo Sumera International (Tallinn-Estonia 2006)
II premio al Concorso Internazionale Egidio Carella (Val Tidone 2004)
III premio al Concorso Internazionale Città di Barletta (1998)
III premio al Concorso Inernazionale Egidio Carella (2003)
III premio al Concorso Inernazionale Egidio Carella (2006)
menzione d'onore al Concorso Internazionale Valentino Bucchi (1997)
menzione d'onore al concorso Internazionale Doutilloux (Parigi 2003)
menzione d'onore al concorso Internazionale Guido D'Arezzo (Arezzo 2004)
menzione d'onore al Internationaler Wettbewerb "Franz Schubert und die Musik der Moderne" (Graz 2005)
menzione d'onore al concorso Internazionale TICCS (Thailand International Composition Competition for Saxophone) (2006)

Nel novembre del 2005 ad Atene al teatro nazionale Megaron Concert Hall è stato eseguito il suo brano per violoncello solista e orchestra sinfonica Dreaming Crystal and Fluids, durante la finale del concorso internazionale di composizione Mitropoulos, ottenendo la menzione dell'orchestra.
Selezionato da Luciano Berio tra i primi tre finalisti al II Concorso Nazionale "Simone Ciani" (2000 Chigiana).
Finalista alla IV edizione del concorso "A Camillo Togni", con esecuzione il 27 novembre a Brescia. Ha avuto pubblicazioni da: Suvini Zerboni, Berben, Eurarte, Premio Bucchi, Le Monnier. In collaborazione con la Scuola di Musica di Fiesole ha scritto l'opera lirica Ahamad, eseguita nel 2002 a Fiesole e a Stia in Casentino. Sempre con la Scuola Di Musica di Fiesole e l'Università degli Studi di Firenze ha contribuito in veste di collaudatore alla realizzazione del programma di grafica e diffusione musicale Wedelmusic. Ha contribuito inoltre alla realizzazione grafica di un manoscritto del '600 (il "David" di Conti) collaborando con Alan Curtis, Sandro Cappelletto e Luigi Fiorentini. Nel 2003 è stata eseguita in prima assoluta a Firenze la sua opera lirica Fashion commissionata dalla Scuola di Musica di Fiesole, su libretto di Paolo Donati e diretta da Valentina Peleggi. L'opera è stata radiodiffusa da RaiRadio3Suite, e NovaRadio. Ha tenuto una lezione all'Università di Architettura di Genova sulla Progettazione in Musica. Collabora stabilmente con le riviste "Chitarre" e "Percussioni", in qualità di supervisore delle partiture e grafico musicale. È consulente musicale per le case editrici DoGi-VoLo e Le Monnier con le quali ha realizzato in veste di trascrittore, grafico musicale e autore dei testi i manuali didattici per le scuole medie Contesti Musicali e Contesti Musicali Guida all'Insegnante. È coordinatore dell'orchestra di allievi delle scuole medie e superiori toscane ad indirizzo musicale per conto della IRRE Toscana e Regione Toscana. Insegna Analisi Musicale e Video-scrittura musicale alla Scuola di Musica di Fiesole. È vicepresidente dell'Ensemble Italiano.



Lorenza Borrani
Nata a Firenze nel 1983, Lorenza Borrani ha intrapreso a cinque anni lo studio del violino con Alina Company presso la Scuola di Musica di Fiesole, diplomandosi nel 2000 al Conservatorio di Firenze con il massimo dei voti e la lode.
Dal 1993 ha frequentato anche i corsi di alto perfezionamento tenuti a Fiesole e Portogruaro (presso la cui accademia ha ottenuto il diploma di concertismo nell’estate 2001) dai maestri Pavel Vernikov, Zinaida Gilels, Ilya Grubert, Matis Vaitsner. Attualmente è iscritta all’Universität für musik und darstellende kunst di Graz, in Austria dove si sta perfezionando con il M. Boris Kushnir. Vincitrice di numerosi premi nazionali ed internazionali solistici e di musica da camera nel 1995 ha debuttato al Teatro alla Pergola di Firenze con l’Orchestra Giovanile Italiana sotto la direzione di Emmanuel Krivine eseguendo il Concerto per due violini di J.S. Bach in duo con il M. Pavel Vernikov.
Ha collaborato in veste di solista con orchestre tra cui la già citata Orchestra Giovanile Italiana, i Virtuosi Italiani, i Solisti di Perugia, l’Orchestra Sinfonica di Manheim, i Münchener Sinfoniker l’Orchestra National de Americana (Brasile), l’Orchestra Internazionale d’Italia, l’Orchestra dei Sinfoniekonzert di Aachen,Orchestra Sinfonica della Radiotelevisione Slovena,Savaria Simphony Orchestra, l’Orchestra della Fondazione Arturo Toscanini di Parma, Würtennberg Chamber Orchestra e direttori quali Yuri Ahronovitch, Gyorgy Gyorivany Rath, Stefan Sanderling, Mathias Foster, Anton Nanut, Bruno Giuranna, Mario Ancillotti, Tamas Pàl.
Si è esibita in prestigiose sale, festival e stagioni concertistiche in Italia e all’estero ( tra cui Società dei Concerti di Milano, Amici della Musica di Firenze, Perugia, Padova, Verona, Palermo, i Sinfoniekonzert di Aquisgrana, Maggio Musicale Fiorentino,Teatro Comunale di Bologna, Il Lingotto di Torino,l’Auditorium Verdi di Milano,Teatro Comunale di Monfalcone, Fondazione Arturo Toscanini, Teatro Sao Pedro e Teatro Municipal de Sao Paolo du Brazil,Auditorium Paganini di Parma,Festival du Radio France a Montpellier,l’Oleg Kagan Festival di Kreuth (Germania) e l’Encuentro de Musica y Academia di Santander (Spagna). Ha suonato a fianco di artisti quali Isabelle Faust, Andrea Lucchesini, Klaus Stoll, Jacques Zoon, Pavel Gililov, Vladimir Mendelssohn, Gert Mortensen, Christof Richter, Simonide Braconi, Guido Corti, Irina Schnittke, Domenico Nordio, Bruno Canino, Alexander Lonquich prendendo parte anche a importanti festival internazionali come il “Festival Brahms, Milano-Mosca-New York” organizzato da Serate Musicali di Milano per la stagione concertistica 2002-2003.
Intensa è la sua attività cameristica a cui si è da sempre dedicata con passione sotto la guida di P. Farulli, A. Lonquich, P. Masi, P.Vernikov, il Trio di Milano, M. Rostropovich, in duo con il pianista M. Fossi e con il Quartetto Klimt. Dal novembre del 2003 è spalla della Symphonica Toscanini (Ex Filarmonica Arturo Toscanini) con sede a Roma diretta dal M. Lorin Maazel e dal marzo 2005 è nell'Orchestra Mozart diretta dal M. Claudio Abbado con cui si è esibita anche da solista al Teatro Comunale di Ferrara nel novembre 2006 diretta dallo stesso Abbado. Dal 2008 è stata unanimemente votata come nuovo membro della Chamber Orchestra of Europe dove ricopre il ruolo di spalla.
Nel 2007 dà vita al progetto “Spira mirabilis”: un ensemble che riunisce molti dei migliori giovani musicisti europei allo scopo di studiare ed approfondire il repertorio sinfonico (in particolare della prima metà dell'800) rinunciando alla figura del direttore e partecipando insieme alla creazione di un'idea collettiva che permetta a ciascuno dei membri di riconoscersi nel risultato musicale (mai definitivo) a cui tale studio porta. Ha inoltre inciso un CD per l’Unicef con le sonate “Primavera” e “Kreutzer” di Beethoven. Lorenza Borrani suona un violino Ferdinando Galliano (Napoli 1762) offerto dalla Fondazione Pro Canale di Milano.

Matteo Fossi
nato a Firenze nel 1978, ha iniziato lo studio del pianoforte a otto anni alla Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida di Tiziano Mealli, che l’ha condotto dai primi passi sullo strumento al diploma, conseguito nel 1999 al Conservatorio di Ferrara col massimo dei voti. Successivamente si è perfezionato dapprima con Maria Tipo e Pietro De Maria, poi con Pier Narciso Masi, e nel 2001 ha frequentato come allievo effettivo il Seminario di Maurizio Pollini all’Accademia Chigiana di Siena.
Dopo aver vinto, giovanissimo, alcuni primi premi ad importanti concorsi nazionali solistici e di musica da camera, nel 1994 ha debuttato come solista a Firenze eseguendo il Concerto in re maggiore di Haydn in occasione del tradizionale Concerto di Capodanno con l’Orchestra della Scuola di Musica di Fiesole; da allora si è spesso esibito come solista, anche con orchestra, in importanti teatri italiani quali il Comunale di Firenze; nel 2003 ha debuttato in Germania, con un caloroso successo di pubblico e di critica.. Il suo repertorio spazia da Bach a Schnittke, con un’attenzione particolare alla musica del Novecento, testimoniata anche dalla sua assidua collaborazione con l’Ensemble Nuovo Contrappunto diretto da Mario Ancillotti.
Fin da piccolo si è dedicato con passione alla musica da camera, sotto la guida di artisti quali Piero Farulli, Pavel Vernikov, Pier Narciso Masi, Alexander Lonquich, Mstislav Rostropovich, il Trio di Milano. Nel 1995 ha fondato il “Quartetto Klimt”, complesso divenuto ben presto una delle realtà più interessanti del camerismo italiano; tale gruppo, vincitore nel 1998 del Concorso Internazionale “Gaetano Zinetti” di Sanguinetto (VR), ha attirato su di sé l’attenzione di grandi artisti quali Yuri Bashmet, Natalia Gutman, Maurizio Pollini, Carlo Maria Giulini.
Il duo che Matteo Fossi ha formato con la violinista Lorenza Borrani risale ai primissimi anni della loro infanzia, e si è distinto in importanti concorsi nazionali ed internazionali; tra l’altro, ha vinto il secondo premio ex-aequo (primo premio non assegnato) al Premio Internazionale “Città di Gubbio” 1997, il primo premio (secondo premio non assegnato) al IV Concorso Internazionale di Musica da Camera “Perugia Classico” 1998, il secondo premio (primo non assegnato) al XVIII Concorso Internazionale di Musica da Camera di Trapani, nel quale si è aggiudicato anche il Premio della Stampa per la migliore interpretazione romantica con la Sonata op.78 di Brahms, e nel 2000 il terzo premio al Concorso internazionale “Premio Trio di Trieste”. Il duo si è esibito presso la Fondazione Walton di Ischia (in occasione del centenario della nascita di William Walton) alla presenza del Principe Carlo d’Inghilterra, ed ha recentemente inciso un cd beethoveniano per l’Unicef. Nell’estate 2003 ha effettuato una tournée in Brasile, e vi è stato nuovamente invitato nel 2004. Nel 2005 si è diplomato all’Accademia di Imola con uno speciale Master “quale miglior insieme in assoluto dell’ultimo decennio”.
Come solista e in complessi cameristici Fossi è stato invitato da alcune fra le più prestigiose associazioni concertistiche italiane, quali l’Accademia Filarmonica Romana, la Società dei Concerti di Milano, Musica Insieme di Bologna, l’Ente Filarmonico Italiano, gli Amici della Musica di Firenze, Perugia, Verona, Modena, Padova, Campobasso e Palermo, Lingotto Musica di Torino, e da festivals quali Bologna Festival, Ravello Festival, Elba Isola Musicale d’Europa, l’Ater Festival di Rimini e molti altri. All’estero ha suonato in stagioni importanti quali il Festival di Radio France a Montpellier (Francia), l’Oleg Kagan Festival di Kreuth (Germania), l’Encuentro de Musica y Academia di Santander (Spagna) e il Festival “Splendor of Florence” di New York (USA). E’ stato più volte protagonista in trasmissioni televisive e radiofoniche della RAI-Radio Televisione Italiana.
Da qualche anno Fossi si impegna attivamente anche nell’organizzazione e nella diffusione della musica; è direttore artistico dell’Associazione fiorentina “Nuovi Eventi Musicali”, per la quale è attivissimo interprete, anche al fianco di grandi artisti quali Mario Ancillotti, Antony Pay, Alexander Ivashkin, Cristiano Rossi, Luca Benucci, Guido Corti, Suzanne Linke. Nel 2006 è stato nominato direttore artistico del settore musica classica dell’Estate Fiesolana, il più antico festival musicale all’aperto in Italia.
Dal 2006 insegna musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Francesco Dillon
è nato a Torino nel 1973. Si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio "L. Cherubini" di Firenze sotto la guida di Andrea Nannoni . E' stato per tre anni prima parte dell'Orchestra Giovanile Italiana, Si è perfezionato in seguito con David Geringas, Mario Brunello e Amedeo Baldovino,ha frequentato masterclasses con M.Rostropovich e Anner Bylsma ed è stato allievo, per la composizione, di Salvatore Sciarrino. Accanto all'attività solistica (con l'Orchestra nazionale della RAI, l'Orchestra Sinfonica Siciliana, l'Orchestra Haydn di Bolzano,Accademia i Filarmonici di Verona fra le altre) svolge un' intensa attività cameristica con il Quartetto Prometeo in Italia e all' estero (tournées in Giappone, Polonia, Germania, Irlanda, Francia, Inghilterra, Belgio, Austria, Sudamerica, Albania) e nel campo della musica contemporanea con l' ensemble Alter-Ego suonando moltissime opere in prima esecuzione nei più importanti festival d’Europa e del Mondo (Stockholm New Music, MaerzMusik, Festival Archipel, Ircam, Holland Festival, Romaeuropa Festival,Ultima Festival di Oslo, Wien Modern, Gaida Festival, Huddersfield Festival, Nous Sons a Barcellona, Taktlos a Berna, Musica Electronica Nova a Wroclaw, Takefu ,Ilkhoom a Tashkent,Teatro S.Martin a Buenos Aires…) e collaborando con compositori tra i quali Gavin Bryars, Philip Glass, Vinko Globokar, Jonathan Harvey, Giya Kancheli, David Lang, Henri Pousseur, Steve Reich, Kaja Saariaho, Salvatore Sciarrino e con celebri musicisti elettronici come Matmos, Pansonic, Scanner. Nel 1995 viene scelto da Giuseppe Sinopoli come violoncellista dei Solisti dell' Accademia Filarmonica Romana. Collabora abitualmente in formazioni di musica da camera con musicisti come I.Arditti, M.Brunello, G.Carmignola, M.Campanella, P.Farulli, D.Geringas, V.Hagen, A.Lonquich, A.Lucchesini, E.Pace, R.Schmidt (quartetto Hagen), P.Vernikov. Ha vinto la Rassegna di violoncello di Vittorio Veneto (1994) e, col quartetto,premi alla "Primavera" di Praga,ARD Munich,Bordeaux. Ha inciso per Aulos, Dynamic, Ricordi, Sonoris, Stradivarius e Touch. Tra gli ultimi impegni discografici le prime incisioni della Ballata di Giacinto Scelsi e delle Variazioni di Salvatore Sciarrino con l’Orchestra nazionale della Rai. Insegna alla Scuola di musica di Fiesole.



Hotels accommodation: Hotel Laurus al Duomo | Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio
 
All rights reserved. Life Beyond Tourism ® - Comi S.p.A., Sede Legale Via Del Giglio, 10 - 50123 Firenze, Italia
Registro Imprese nr. 02098980481 Firenze, P.Iva e C.F. 02098980481, Capitale Sociale Euro 2.380.000,00 i.v.
Comi S.p.A ha adottato il modello di cui D.lgs 231/01 Codice Etico e Parte Generale, Politica della Qualita'

Privacy

Our References




Design by Lubos Hazucha - Powered by Emmetek